Toponomastica di Gallicchio                       

Comune di Bologna
Istituto di Scuola media 
sezione di Gallicchio
Via Martiri d'Ungheria,3
85010 Gallicchio
tel 0971752083

Classe III G 
anno scolastico 2002/2003

Progetto "Conoscenza e valorizzazione del tuo paese"

Docente di lettere:
Ins. Domenica Vita 

Alunni :
Balzano Filippo 
Balzano Gianluigi
Balzano Luigi
Durante Antonia 
Giordano Alessio
Montano Domenico
Montemurro Gabriele
Natalina Giammarco 
Robilotta Cristian
Sinisgalli Davide
Sinisgalli Giovanni
Sinisgalli Massimiliano 
Vicino Francesco
Vilella  Lucia 

collaboratori:
ins.Francesco Lotito
ins.Francesco Ricciardi

 

 

 Gallicchio in Web

Vico Paladino  

  Leonardo Paladino  compare per la prima volta nell'amministrazione comunale di Gallicchio che resse dall'anno 1807 al marzo 1810 come notaio. Probabilmente fu eletto sindaco dall'aprile 1810 sino al 181 1, dato che Nicola Sinisgalli, nominato sindaco nel 1810, chiese e ottenne l'esonero perché analfabeta: non fu facile rimpiazzarlo e il paese fu retto per un anno da Paladino. Dopo a sua carica provvisoria, lasciò il suo posto a Giuseppe Racioppi fin quando nell'aprile del 1811 fu eletto Nicola Conte. Paladino ricomparve nell'amministrazione comunale dal 1815 al 1817, stavolta come semplice decurione. Leonardo Paladino, in seguito al quarto aggiornamento dell'amministrazione . Nel  1829, torna di nuovo come decurione . Nello stesso anno l'amministratore De Luca lo ripropone come decurione insieme al figlio Francesco Antonio Paladino, primo eletto. Dopo l'amministrazione Robilotta (1834-1836 ). nel maggio 1836 Paladino viene eletto sindaco di Gallicchio: un potere che durerà sino al marzo del 1840. L'ultima apparizione sulla scena politica di Paladino si ha nell'amministrazione Di Pierro, dal 1840  all'aprile 1843.


                                      ritorna a  Strade 2003